logotype

> progetto | Design for food and nutrition

Laboratori di progetto per la creazione di strumenti per l'educazione alimentare
Progetto di Valentina Downey


L’educazione dei bambini è ancora oggi appannaggio del mondo femminile. Nel nostro paese la percentuale delle donne che devono necessariamente e qualche volta scelgono di dedicarsi completamente all’educazione dei figli è molto alta. Questa realtà è ancora più vera se si pensa alle comunità straniere presenti nel nostro paese. Anche nelle istituzioni educative la percentuale femminile di insegnanti è impressionante.

Design for food and nutrition è un progetto per creare un laboratorio, dove coinvolgere e far lavorare insieme le donne: dalle insegnanti, alle esperte del settore, alle mamme, guidate durante il lavoro da designer. L’obbiettivo è quello di progettare nuovi strumenti per ricreare un’educazione alimentare.

Quali sono questi strumenti? Durante il laboratorio di progetto potranno essere ideati prodotti di uso comune, prodotti alimentari, servizi alle scuole o alle famiglie, proposte di menù, nuovi servizi commerciali o processi educativi.

Perché un laboratorio con designer? Punto di partenza è l’esperienza di 10 anni di laboratori di progetto all’interno dell’aziende, gli IntensiveDesignLabs, per imprese italiane e straniere, che fin dal 2001 Patrizia Scarzella e Valentina Downey coordinano e progettano.
I designer hanno la capacità di saper ascoltare i bisogni delle persone, espressi e non, e di tradurre questo ascolto in progetti tecnicamente ed economicamente fattibili per poi trasformali in oggetti/processi o servizi.
Come in tutti i processi di progettazione, il laboratorio si svolgerà su di uno specifico tema di ricerca assegnato all’inizio, al quale si affiancheranno studi già svolti, nati proprio dalla raccolta delle indicazioni e suggerimenti delle persone (insegnanti, madri, famiglie) che sono coinvolte tutti i giorni nella cura e nell’educazione alimentare dei bambini e che parteciperanno al lavoro del laboratorio. E’ un metodo che ha l’ambizione di rispondere ad esigenze inespresse, problematiche irrisolte grazie all’osservazione sul campo e all’ascolto diretto dell’esperienze di queste persone.

Perché un progetto sull’educazione alimentare? L’eccesso di alimentazione e le cattive abitudini alimentari influiscono in modo rilevante su patologie come l’obesità, il diabete, le malattie cardiovascolari e alcuni tipi di tumore. Allo stesso modo, ma per il motivo opposto, la scarsità di cibo che affligge paesi in via di sviluppo provoca, soprattutto nei bambini, mortalità, tendenze a soffrire di ritardi/limitazioni nella crescita e dello sviluppo cognitivo e predisposizione alle malattie infettive (dallo studio “Crescita sana e nutrizione dei bambini” condotto dal Barilla Center for food & nutrition).
Design for food and nutrition è un progetto che parte dunque dalle donne per ritrovare, attraverso la ricerca, le radici di una cultura del cibo, del territorio e del suo sfruttamento equilibrato e per indagare su quali siano i modi, i servizi, i prodotti per educare e crescere correttamente giorno dopo giorno i bambini.

A chi è rivolto? Ad aziende che svolgono ricerche nel campo dell’educazione alimentare, che producono prodotti rivolti ai bambini, alle scuole, ad enti ed istituzioni che sono protagonisti dell’educazione delle generazioni future.

In collaborazione con DMC Design Management Center (referente: Carlo Branzaglia)
Project Leader: Valentina Downey e Carlo Branzaglia


2017  dcomedesign  globbersthemes joomla template